Comunicati stampa

Da Commissione Divulgazione - Unione Astrofili Italiani.

Versione delle 23:22, 26 dic 2014, autore: Astrofox08 (Discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione corrente (diff) | Versione più recente → (diff)




UNIONE ASTROFILI ITALIANI




Indice

AUGURI DI NATALE E CIELO 2015 - UNIONE ASTROFILI ITALIANI


Comunicato stampa dicembre 2014



In occasione delle prossime festività, l’Unione Astrofili Italiani Vi porge un sincero augurio di Buon Natale e Felice Anno Nuovo ricordandovi gli importanti appuntamenti astronomici che caratterizzeranno il 2015 e consultabili grazie al calendario della UAI che trovate in allegato.

Il 2015 sarà contrassegnato dall’eclisse parziale di Sole prevista per il 20 marzo, visibile anche dall’Italia. Evento eccezionale in grado di affascinare chiunque per la sua suggestiva particolarità. In Italia un’ampia porzione di Sole sarà infatti occultata dalla Luna mentre all’estremo Nord (Isole Faroe e Svalbard) l’eclissi sarà totale.

Ma non solo! Il calendario è ricco di appuntamenti che vanno dalle consuete serate di osservazione, al Congresso dell’Unione Astrofili Italiani a Maddaloni (CE), passando per la Notte bianca dell’Apollo 11 (il 24 luglio) alle Notti delle Stelle in occasione del massimo dell’attività dello sciame meteorico delle Perseidi (10 – 12 agosto), dal Moonwatch Party - la notte della Luna, in concomitanza con la International Observe the Moon Night (InOMN) - http://observethemoonnight.org/ (19 settembre), dall’eclisse lunare del 28 settembre (http://www.eclipsewise.com/oh/ec2015.html#LE2015Sep28T / http://www.eclipsewise.com/oh/oh-figures/ec2015-Fig04.pdf ) al corso residenziale di formazione per operatori di osservatorio e di planetario AstroAcademy.

Ulteriori dettagli su fenomeni astronomici e iniziative saranno comunque disponibili su http://www.uai.it

L’UAI sta inoltre sviluppando e promuovendo il portale "Rete Astrofili" (http://www.reteastrofili.it/) per avere sempre a portata di un clic le nostre amate stelle. Per provare la vertigine di viaggiare con lo sguardo nel sistema solare, nella via Lattea e oltre è infatti sufficiente contattare una delle centinaia di associazioni astrofili attive sul territorio nazionale. Rete Astrofili è strutturato per poter fornire molteplici tipologie di informazioni. Con pochi clic sulla mappa interattiva, o attraverso i motori di ricerca interni, è possibile individuare le strutture più vicine a casa propria dedicate all'astronomia amatoriale: associazioni, osservatori astronomici, planetari. Sulla sezione "Astroiniziative" si possono invece consultare le schede dedicate alle iniziative pubbliche dedicate all'astronomia: serate osservative, mostre, convegni, corsi, ecc.

Inoltre come ogni anno la UAI mette a disposizione degli astrofili l’Almanacco astronomico, pagine ricche di informazioni che accompagneranno un anno denso di serate. L’almanacco dell’Unione Astrofili Italiani, giunto alla sua trentacinquesima edizione, presenta le effemeridi astronomiche per il 2015, con sezioni dettagliate dedicate a Sole, Luna, pianeti, occultazioni, meteore, comete, asteroidi e stelle variabili, oltre ad approfondimenti dedicati ai principali fenomeni astronomici dell’anno.


L'ALMANACCO UAI E' DISPONIBILE PER IL DOWNLOAD ALLA PAGINA :

http://www.uai.it/pubblicazioni/almanacco.html

Link: - IL CALENDARIO DELLE INIZIATIVE UAI 2015

Rinnovando gli auguri, cieli sereni

UAI - UNIONE ASTROFILI ITALIANI
http://www.uai.it



La Rete degli Astrofili Italiani. Le stelle a portata di clic con il nuovo portale dell’Unione Astrofili Italiani!


Comunicato stampa agosto 2014



I crateri lunari, gli anelli di Saturno, la nebulosa di Orione, la galassia di Andromeda … osservarli con i propri occhi non è così difficile.
Non è indispensabile accedere a strutture professionali o intraprendere impegnativi percorsi di studio.
Per provare la vertigine di viaggiare con lo sguardo nel sistema solare, nella Via Lattea e oltre è sufficiente contattare una delle centinaia di associazioni astrofili attive sul territorio nazionale.
Da questa estate partecipare ad una esperienza di osservazione del cielo notturno è ancora più facile, grazie al nuovo portale della “Rete degli Astrofili Italiani” - www.reteastrofili.it – nato da un progetto della UAI (Unione Astrofili Italiani).
Rete Astrofili è strutturato per poter fornire molteplici tipologie di informazioni. Con pochi clic sulla mappa interattiva, o attraverso i motori di ricerca interni, è possibile individuare le strutture più vicine a casa propria dedicate all’astronomia amatoriale: associazioni, osservatori astronomici, planetari.
Sulla sezione Astroiniziative si possono invece consultare le schede dedicate alle iniziative pubbliche dedicate all’astronomia: serate osservative, mostre, convegni, corsi, ecc.

Il portale è attivo da questo mese di luglio e la sua piena operatività sarà raggiunta attraverso la collaborazione con le associazioni locali che sono invitate dall’UAI a collaborare curando l’aggiornamento delle pagine descrittive delle proprie strutture e inserendo i programmi delle prossime iniziative.
Un work in progress che al momento ha consentito di pubblicare le descrizioni di oltre un centinaio di eventi e di circa 80 enti tra associazioni e osservatori. Numeri destinati a crescere prossimamente, considerato che da un primo censimento effettuato dalla UAI sono state individuate oltre 400 organizzazioni attive.

Il sito servirà a promuovere anche eventi nazionali ed internazionali, che tradizionalmente coinvolgono migliaia di astrofili e un pubblico sempre più vasto. Tra questi le Notti delle Stelle (10-12 agosto), serate osservative pubbliche estive in concomitanza al massimo di attività dello sciame meteorico delle Perseidi (spesso collegate a Calici di Stelle, la nota manifestazione enogastronomica promossa dal Movimento Turismo del Vino e dalla Associazione Nazionale Città del Vino) e la In.O.M.N. – International Observe the Moon Night, la notte dedicata all’osservazione della Luna, fissata quest’anno per il 6 settembre.

Reteastrofili.it è nato nell’ambito del progetto ROSAD , “Rete degli Osservatori Astronomici Amatoriali e dei piccoli Planetari per la Divulgazione”, realizzato dalla UAI con il contributo del MIUR - Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca (legge 6/2000). ROSAD vuole essere una rete organizzativa ed operativa, strutturata per mettere in contatto tra loro le associazioni di astrofili, anche attraverso strumenti multimediali, web-conferencing, ecc. e allo stesso tempo per costituire una vetrina del variegato e attivissimo mondo dell’astronomia amatoriale a disposizione del pubblico e degli aspiranti astrofili.



Commissione Divulgazione UAI
http://divulgazione.uai.it
calidistelle@uai.it


UAI - UNIONE ASTROFILI ITALIANI
http://www.uai.it





  • COMUNICATI STAMPA ANNO 2013


Calici di stelle: la festa del vino ... aspettando le Perseidi!


Comunicato stampa agosto 2013

“Calici di Stelle”, appuntamento ideato dal MOVIMENTO TURISMO del VINO e promosso in collaborazione con l’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTÀ DEL VINO, è giunto alla XVI edizione e, come affermato dagli organizzatori, “è ormai considerato l'evento estivo di maggiore rilevanza nel panorama dell'enoturismo nazionale”.
Da molte edizioni l’UAI – Unione Astrofili Italiani – ha consolidato un percorso comune con il Movimento Turismo del Vino, collaborando alla promozione dell’evento e favorendo la collaborazione delle associazioni di astrofili con le amministrazioni locali e i vari soggetti pubblici e privati coinvolti nell’organizzazione delle iniziative pubbliche.
L'UAI ripropone quindi anche quest'anno l'unione ideale tra le iniziative dedicate all'astronomia e quelli enogastronomici : 10 - 12 agosto “LE NOTTI DELLE STELLE / CALICI DI STELLE” In centinaia di località distribuite su tutto il territorio nazionale le manifestazioni dedicate alla promozione delle eccellenze enogastronomiche nazionali si abbinano alle serate osservative proposte dagli astrofili dedicate soprattutto all’osservazione del massimo di attività dello sciame meteorico delle Perseidi.
La data tradizionale dell’evento è il 10 agosto, San Lorenzo, ma le iniziative si svolgeranno anche in altre date, in particolare per gli appassionati di “stelle cadenti”, dato che il massimo di attività dello sciame si verificherà in effetti il 12 agosto. I calendari di tutte le iniziative enogastronomiche riunite sotto il logo di “Calici di Stelle” sono pubblicati sulle pagine internet dedicate all’evento, rispettivamente :
http://www.terredelvino.net/it/attivita/stelle-cadenti/calici-di-stelle
a cura dell’Associazione Nazionale Città del Vino
http://www.movimentoturismovino.it/it/eventi/3/calici-di-stelle/
a cura del Movimento Turismo del Vino
In molti casi sono previste in concomitanza le serate osservative dedicate alla divulgazione dell’astronomia. Un’ampia selezione degli appuntamenti sotto le stelle è disponibile sulla sezione “Astroiniziative” del sito UAI, alla pagina dedicata agli eventi del mese di agosto: http://astroiniziative.uai.it/astroiniziative.php?m=8
Come ogni anno l’UAI ha predisposto delle rubriche on line per dare consigli ed informazioni utili per l’osservazione del cielo estivo.
Le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi, note come “lacrime di San Lorenzo”, sono solo uno dei tanti motivi di interesse per chi avrà occasione di ammirare la volta celeste, sia ad occhio nudo che con i telescopi.
Nelle prime ore della sera si possono osservare la Luna crescente e il pianeta Venere, che tramonteranno insieme proprio la sera del 10 agosto.
Si può individuare facilmente Saturno, nella costellazione della Vergine, vicino al limite con la Bilancia, e a seguire i principali astri del cielo estivo, stelle brillanti come Arturo, Vega, Antares, Altair e molte altre.
I links a tutti gli approfondimenti, gli aggiornamenti e le mappe del cielo sono :
la pagina UAI dedicata a Calici di Stelle

la rubrica del “Cielo del mese”


Cieli sereni !


Commissione Divulgazione UAI
http://divulgazione.uai.it
calidistelle@uai.it


UAI - UNIONE ASTROFILI ITALIANI
http://www.uai.it




SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO IN FORMATO pdf



XLVI Congresso Unione Astrofili Italiani

24 - 26 maggio 2013 a Tradate presso FOAM13


Locandina del Congresso
Il Congresso annuale dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) è ormai da quasi 50 anni il più atteso momento di incontro, approfondimento e socializzazione degli appassionati di astronomia e di scienza in Italia, nonché un’occasione di condivisione di esperienze tra le associazioni, gli osservatori, i planetari e i musei a tema astronomico-scientifico sul territorio.


Il XLVI Congresso dell’UAI si svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 Maggio 2013, presso la Fondazione Osservatorio Astronomico M13, di Tradate.

Anche quest’anno il Congresso sarà particolarmente ricco di iniziative e appuntamenti per scoprire, ri-scoprire o approfondire la passione per l’osservazione del cielo e per la scienza. Sarà anche un’eccellente occasione per conoscere un territorio interessante ed ospitale come quello della Provincia di Varese e di Tradate, in particolare.

Il programma del Congresso sarà suddiviso in diversi momenti: Le sessioni scientifico-culturali, che ospitano i lavori specialistici realizzati dagli astrofili e dai professionisti partecipanti al Congresso, nei diversi settori di attività dell’UAI, compresi la didattica e divulgazione scientifica. Per questa edizioni sono previste, in particolare, ben due sessioni speciali: la Sessione SETI (venerdì pomeriggio)e la Sessione Astronautica (domenica mattina).

Gli eventi pubblici, come momenti di condivisione con il pubblico più vasto: la Lectio Magistralis, venerdì 24 Maggio alle ore 21.30, di Patrizia Caraveo (Direttore dell’Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano) la premiazione (Premio Lacchini 2013) e la conferenza, sabato 25 Maggio alle ore 19.00, di Piero Bianucci (scrittore e giornalista scientifico)

Gli eventi sociali, rivolti ai soci ed ai loro accompagnatori, tra i quali visite ed escursioni alle località di interesse storico, culturale e scientifico del territori. In particolare, è prevista una escursione all’Eremo di Santa Caterina del Sasso, sul Lago Maggiore, ed una visita al Chiostro di Voltorre con escursione all’isolino Virginia. ____________________________________________

Ricordiamo a tutti gli interessati che la scadenza per le registrazioni è fissata al 19 maggio 2013. La registrazione si effettua attraverso il format presente su: http://congresso.uai.it/il-programma/informazioni-iscrizioni/

L’invio delle relazioni congressuali deve invece essere effettuato entro il 5 maggio 2013 inviando le stesse via mail a: ricerca@uai.it ________________________________________________


Di seguito i messaggi di invito a partecipare del Presidente UAI e del Presidente del FOAM 13.


Cari Soci, quest’anno il 46° Congresso UAI, che si terrà a Tradate (VA) dal 24 al 26 Maggio grazie agli amici della Fondazione Osservatorio FOAM 13, sarà particolarmente importante per due aspetti. Il primo riguarda il rinnovo delle cariche sociali dell’Unione che, per la prima volta dopo molti anni, non prevede più una lista già definita e presentata dal CD uscente ma la scelta tra soggetti che si sono presentati autonomamente secondo quanto previsto dallo Statuto; un’innovazione non solo di forma ma anche di sostanza a mio avviso. In secondo luogo, anche in questo caso per la prima volta, il Congresso non si tiene più a Settembre ma a Maggio per mettere l’Assemblea in condizione di approvare il bilancio non a fine gestione, di fatto prendendo atto di un documento consuntivo e sostanzialmente immodificabile. A parte questi incombenti amministrativi sono previste sessioni e relazioni tutte di grande rilievo come si addice al più importante evento nazionale annuale degli astrofili. Venerdì 24 si partirà con la Lectio Magistralis di Patrizia Caraveo, Direttore dello IASF di Milano, per poi continuare fino a Domenica 26 con la chiusura dei lavori. Il tutto in una struttura tra le più avanzate d’Italia e che viene gestita con grande competenza dalla Fondazione Osservatorio FOAM 13. Per tutti questi motivi Vi invito ad intervenire in tanti, singolarmente e come associazioni, per arricchire questo fondamentale momento di confronto scientifico, umano e culturale. Mario Di Sora (presidente UAI)

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, nel quale la scienza e l’astronomia sono certamente tra le discipline che più subiscono le dure conseguenze, il congresso rappresenta una fonte certa di stimoli nonché sorgente di rinnovati entusiasmi. La scelta di fare della FOAM13 la sede del Congresso è motivo di orgoglio per la nostra fondazione; esso è un evento che corona il buon lavoro fatto sin qui dalla FOAM13 ma che soprattutto riconosce e gratifica la passione con la quale tutti i nostri responsabili e collaboratori hanno portato a termine molteplici progetti con risultati che sono andati al di la di molte aspettative. Noi per primi ci prepariamo a vivere il congresso 2013 con tanto entusiasmo e desiderio di confronto. Roberto Crippa (presidente FOAM13)

Il programma orario completo del Congresso e tutte le informazioni connesse, comprese quelle per la registrazione e l’invio di relazioni congressuali, sono disponibili sul sito web dedicato: http://congresso.uai.it e nel fascicolo allegato.


Unione Astrofili Italiani

Da quarant'anni gli astrofili, hanno nell'Unione Astrofili Italiani un chiaro punto di riferimento culturale, organizzativo, motivazionale. L'attività di promozione della cultura scientifica dell’UAI si sviluppa principalmente attraverso i seguenti strumenti: Le Sezioni di Ricerca, che coordinano a livello nazionale le osservazioni dei corpi celesti e dei fenomeni astronomici più interessanti. La Divulgazione, organizzando e promuovendo a livello nazionale eventi per far avvicinare l'intera popolazione all'astronomia. La Didattica, attraverso il coordinamento dei corsi di aggiornamento professionale degli insegnanti, accreditati dal MIUR. La Lotta all'inquinamento luminoso, nel monitoraggio del fenomeno, nella promozione di iniziative legislative e accordi di programma con produttori e gestori e nella diffusione in generale la consapevolezza pubblica sul problema. ASTRONOMIA: il bimestrale che ciascun Socio riceve direttamente a casa. Vi trovano spazio importanti articoli scientifici, rapporti che sintetizzano le attività delle Sezioni di Ricerca, informazioni sulla vita delle varie Associazioni locali e sugli eventi organizzati su scala nazionale direttamente dall'UAI. Le sintesi dei principali articoli sono regolarmente ospitati su Astronomy & Astrophysics Abstracts. L'Almanacco annuale, che raccoglie tutti i fenomeni astronomici dell'anno, le effemeridi del Sole, della Luna, dei Pianeti e dei satelliti, degli asteroidi, delle comete, degli sciami meteorici. Il sito Web http://www.uai.it, che dal 1995 ospita tutte le informazioni relative alla vita associativa, alle Sezioni di Ricerca, alle attività delle Commissioni Divulgazione, Didattica e Inquinamento Luminoso, alle Delegazioni UAI e ai grandi eventi organizzati dall'UAI. La rete delle associazioni astrofile e degli osservatori amatoriali: l’UAI è impegnata nel far crescere la rete delle “Delegazioni UAI” (associazioni locali aderenti all’UAI) e degli Osservatori Astronomici amatoriali, per agevolare una azione di coordinamento e di incontro e fare in modo che la comunità astrofila sia più unita, forte ed efficace.


Fondazione Osservatorio Astronomico FOAM13

“Non basta guardare, bisogna guardare con gli occhi che vogliono vedere” …

Questa celebre frase di Galileo Galilei, presa come motto dalla Fondazione Osservatorio Astronomico di Tradate, rispecchia perfettamente lo spirito che anima la FOAM13; un vero gioiello tecnologico, polo di divulgazione, didattica e ricerca scientifica. La Fondazione dell’Osservatorio Astronomico di Tradate FOAM13 è un centro con grandi potenzialità. La struttura accoglie il Telescopio Principale con la sua Specola e la strumentazione CCD, l’Osservatorio2 i telescopi ausiliari, una Torre Solare con laboratorio eliofisico, i Radiotelescopi, un Complesso Gnomonico, una Sala Conferenze con una capienza di 70 persone, pannelli e laboratori Didattici, Reception, Uffici e strumentazione informatica.

L’ Osservatorio Astronomico di Tradate si trova in un Parco Naturale, il “Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate”, una foresta di 4800 ettari, al confine con la pianura e le prealpi, un territorio vivo e ricco di naturalità, di attività forestali agricole e sociali, un polmone verde per tutta la Regione Lombardia.

Una sessantina di appassionati e professionisti di astronomia donano il loro tempo e la loro professionalità alla Fondazione, concretizzando una quindicina di Sezioni con i loro Responsabili e Collaboratori. Quello che è nato a Tradate il 13 Maggio del 2007, è un centro scientifico, culturale e didattico visitato da migliaia di persone ogni anno. Scuole e docenti possono usufruirne come strumento formativo; collaboratori e responsabili di sezione, come punto di ricerca scientifica e tutte le famigli ed i visitatori come meta per soddisfare la propria curiosità, nella speranza che possa avvicinare grandi e piccini, appassionati e non al meraviglioso universo dell’ASTRONOMIA. Un cocktail che contribuirà a diffondere la conoscenza del suggestivo PARCO PINETA, che la natura e la storia del nostro territorio ci hanno consegnato.


SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO IN FORMATO pdf



XLV Congresso Unione Astrofili Italiani

27-30 Settembre 2012 a Frascati (RM)


Primo Annuncio


Il più importante appuntamento degli appassionati di astronomia in italia: quattro giorni di conferenze e di condivisione di esperienze alla presenza di importanti personaggi del mondo della cultura astronomica nazionale ed internazionale.
http://congresso.uai.it

Il Congresso annuale dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) è il più atteso momento di incontro, condivisione, approfondimento e socializzazione degli astrofili italiani nonchè un’occasione di confronto tra le associazioni astrofile, i gruppi, gli osservatori, i planetari e i musei od exhibit a tema astronomico-scientifico gestiti da astrofili o da enti pubblici e privati sul territorio.

Il XLV Congresso dell’UAI si svolgerà da giovedì 27 a domenica 30 Settembre 2012, presso la città di Frascati (RM) a cura dell’Associazione Tuscolana di Astronomia.
Tale fine settimana coinciderà con quello della "Notte dei Ricercatori" (www.frascatiscienza.it) evento europeo di promozione degli enti di ricerca e dei ricercatori, ospitato dalla città di Frascati ormai dal 2006.


Nel COMUNICATO STAMPA IN VERSIONE INTEGRALE - (scarica il file pdf)
tutte le informazioni su :

  • Il programma del congresso
  • Le attività turistico-culturali
  • La location del Congresso
  • “Astronomix”, l'esposizione astronomica
  • Come raggiungere la sede del Congresso
  • Ospitalità: le strutture e le convenzioni
  • Unione Astrofili Italiani: scopi e attività
  • L'ATA - Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton”


- Il comunicato è pubblicato anche sulle pagine delle UAInews



Calici di stelle: una festa del vino sotto il cielo d’estate



Comunicato stampa (agosto 2012)

Si rinnova il gemellaggio tra l’Associazione Nazionale Città del Vino e l’UAI – Unione Astrofili Italiani, unite nella data del 10 agosto per avvicinare il pubblico alla cultura del vino e dell’osservazione del cielo.
In occasione della XV edizione di Calici di Stelle è ancora più forte il legame tra il tradizionale appuntamento con la manifestazione enogastronomica e le serate osservative proposte dagli astrofili.
Uno dei temi proposti dalle Città del Vino è infatti il risparmio energetico, un argomento direttamente collegato alla lotta contro l’inquinamento luminoso, un obiettivo che sta particolarmente a cuore agli astrofili.
Illuminazione più razionale significa minori costi per la collettività e un cielo stellato più buio, e non solo per gli astrofili. Chiunque, osservando da luoghi senza luce inutilmente proiettata verso il cielo, potrà riscoprire la suggestione della volta celeste.
In questi giorni, con la guida degli appassionati di astronomia, saranno ancor di più le opportunità per riconoscere ad occhio nudo stelle e costellazioni e per osservare al telescopio pianeti ed oggetti del profondo cielo.
In prima serata merita attenzione – ad Ovest - l’interessante triangolo di astri luminosi composto da Marte, Saturno e da Spica, la stella più luminosa della costellazione della Vergine.
In tarda serata e per alcune notti consecutive aumentano invece le probabilità di osservare le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi, le popolari “lacrime di San Lorenzo”.
Notizie ed approfondimenti sulle particolarità astronomiche di queste notti d’agosto sono disponibili sul sito :
http://divulgazione.uai.it/index.php/Calici_di_stelle
Consigli per osservare le meteore, il “Cielo del mese” con gli eventi e le mappe del cielo, news sulle serate osservative: il cielo d’estate non avrà più segreti.

Ulteriori dettagli sulle serate di osservazione pubblica organizzate dalle associazioni astrofili sono reperibili sul sito Astroiniziative UAI, http://astroiniziative.uai.it/

La pagina di riferimento per le iniziative proposte dalle Città del Vino è :
http://www.terredelvino.net/it/attivita/stelle-cadenti/calici-di-stelle


Commissione Divulgazione UAI
http://divulgazione.uai.it
calidistelle@uai.it


UAI - UNIONE ASTROFILI ITALIANI
http://www.uai.it






L’UAI aderisce all'iniziativa di Caterpillar "M'illumino di meno" proponendo all'ANCI un accordo per limitare inquinamento luminoso e consumi energetici


U.A.I. - UNIONE ASTROFILI ITALIANI - www.uai.it
Commissione Divulgazione UAI
Web Page: http://divulgazione.uai.it



COMUNICATO STAMPA :
12 febbraio 2012


      La nota trasmissione di Radio 2 CATERPILLAR organizza, come ogni anno, l’iniziativa “M’ILLUMINO DI MENO” volta a sensibilizzare l’opinione pubblica e tutte le Istituzioni alle tematiche ambientali del risparmio energetico.         L’UAI,  particolarmente interessata al problema dell’inquinamento luminoso e agli sperperi dell’illuminazione notturna delle nostre città, ha sempre aderito con piena convinzione a questa grande manifestazione che, quest’anno, si terrà il 17 Febbraio.

      Per questa edizione però l’Unione Astrofili Italiani, anche in considerazione della grave crisi economica e dei sacrifici che vengono chiesti a tutti i cittadini, intende proporre all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) un accordo per far risparmiare alle pubbliche amministrazioni  circa 400 milioni di €.

      Il tutto parte da uno studio che l’UAI ha fatto negli ultimi anni, a campione su 545 impianti scovati in tutta Italia, da dove è emerso che la maggior parte dell’illuminazione pubblica nazionale è realizzata in modo errato con costi di attivazione e gestione che potrebbero essere ridotti anche del 50% .

      Tra le principali anomalie rilevate: 1) numero di corpi illuminanti superiore a quelli necessari;

2) livelli di illuminamento fino a 4 volte superiori a quelli previsti dalle norme tecniche;

3) uso di lampioni che disperdono fino al 60% della luce verso l’alto;

4) mancata utilizzazione dei dispositivi per il risparmio energetico sugli impianti di tutti i tipi e impiego di lampade a bassa efficienza;

5) controlli inesistenti da parte dei comuni per quanto concerne la qualità anche degli impianti privati.

      Questo stato di cose è ormai intollerabile considerando i costi dell’energia, il depauperamento delle risorse naturali e il degrado della qualità dell’aria causato dall’anidride carbonica.       Il fatto appare poi tanto più grave se si considera che in Italia esistono 16 leggi regionali che, pur in modo diversificato, impongono l’adozione di specifiche misure per ridurre sia l’inquinamento luminoso che i consumi energetici dell’illuminazione  pubblica e privata.       Per questo motivo il Presidente dell’UAI Mario Di Sora, da sempre in prima linea nella lotta all’inquinamento luminoso, vuole proporre, attraverso i microfoni di CATERPILLAR, al Presidente dell’ANCI Graziano Delrio la sottoscrizione di un protocollo d’intesa per la riduzione seria e controllata dei consumi energetici attraverso il rispetto delle varie leggi regionali approvate in questi anni.       Purtroppo molti comuni italiani si lamentano della riduzione di contributi da parte di Stato e Regioni mentre ogni anno potrebbero risparmiare dal  30% al 40% sulle spese di installazione e gestione degli impianti di illuminazione. Questo non viene fatto in modo quasi sistematico e, spesso, consapevole.

      L’UAI è pronta a fornire all’ANCI tutto il supporto tecnico-legislativo per attuare questa svolta divenuta ormai improcrastinabile. Inoltre per il 17 Febbraio, condizioni meteo permettendo, l’UAI chiede a tutti gli osservatori degli astrofili di aprire le loro cupole per una serata osservativa in cui parlare di inquinamento luminoso e risparmio energetico.

  Il Presidente UAI Mario Di Sora


Scarica il Comunicato stampa in formato pdf


Il cielo tricolore: un dono della UAI al Presidente Napolitano



U.A.I. - UNIONE ASTROFILI ITALIANI - www.uai.it
Commissione Divulgazione UAI
Web Page: http://divulgazione.uai.it



COMUNICATO STAMPA :

Il cielo tricolore: un dono della UAI al Presidente Napolitano
Una pubblicazione per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia

L’anno che si avvia a conclusione, il 2011, ha rappresentato un traguardo importante per il nostro Paese. In ogni città, in ogni piazza, in ogni abitazione, dalle Alpi all’Etna, si è ricordato e festeggiato il 150-esimo anniversario dell’Unità d’Italia.
Nonostante il difficile periodo che stiamo vivendo, questa ricorrenza è servita a ravvivare il nostro spirito nazionale, a farci sentire più uniti, a farci sentire più italiani.
Anche l’Unione Astrofili Italiani, come massima rappresentanza del mondo dell’astrofilia nel nostro Paese, ha deciso di celebrare questa importante ricorrenza con il proprio patrimonio più prezioso: gli astrofili italiani.
La pubblicazione che ci apprestiamo a presentare raccoglie dodici fra le migliori realizzazioni di astrofili italiani del 2011. Si tratta di immagini pubblicate su riviste o siti internazionali, importanti scoperte, attività svolte dalla nostra associazione e di particolare rilievo per la collettività. Ma anche semplici immagini che mostrano l’impegno, la passione e, perché no, il divertimento con cui gli astrofili, ogni giorno, si battono per la diffusione della cultura in Italia e nel mondo. Le immagini spaziano in tutti i domini dell’astrofilia italiana: comete, asteroidi, Sole, Luna, pianeti, detriti spaziali, inquinamento luminoso, cielo profondo, supernovae, stelle variabili, pianeti extrasolari.
Ogni immagine è accompagnata da una breve descrizione scritta dall’Autore e da una citazione letteraria, di autori italiani, che ben rappresenta la “magia” trasmessa dall’immagine. Questo per ricordare che l’obiettivo di noi tutti non si limita alla diffusione delle scienze astronomiche, ma della Cultura, nella più vasta accezione di questo termine.
Il volumetto è impreziosito da due prefazioni. Una del Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Prof. Giovanni Fabrizio Bignami, l’altra del Presidente dell’Unione Astrofili Italiani, Avv. Mario di Sora. A testimonianza della sempre più stretta collaborazione fra i due Enti italiani.
La dedica è davvero di quelle d’eccezione: la pubblicazione, infatti, è dedicata al Presidente della Repubblica Italiana, Sen. Giorgio Napolitano, in qualità di massimo rappresentante di tutto il popolo italiano. Questo con la speranza che il nostro “Cielo Tricolore” possa essere un piccolo ma significativo contributo apportato all’Unità del nostro Paese, proprio durante il suo 150-esimo anniversario.


contatti :
divulgazione@uai.it


Scarica la versione PDF del comunicato stampa


Moonwatch Party - La notte della Luna


UNIONE ASTROFILI ITALIANI
www.uai.it
COMUNICATO STAMPA
del 4 ottobre 2011



sabato 8 ottobre 2011

“International Observe the Moon Night (InOMN)”

INAF e UAI presentano :
Moonwatch Party - La notte della Luna
Tutto il mondo osserva la Luna.

Iniziativa promossa dall'INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica – in collaborazione con l'UAI - Unione Astrofili Italiani.

Dopo le numerose adesioni registrate nell'edizione 2010, anche quest’anno INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica – e l'UAI - Unione Astrofili Italiani promuovono la partecipazione al Moonwatch Party, aderendo all'iniziativa mondiale “International Observe the Moon Night (InOMN)”. Un’opportunità per proporre osservazioni dedicate al nostro satellite naturale: la genesi e le caratteristiche fisiche, le missioni spaziali, la mitologia, la poesia, la musica e le diverse espressioni artistiche ispirate a Selene.
Decine di associazioni di astrofili hanno aderito all’invito dell’INAF e dell’UAI ad allestire postazioni osservative per consentire al pubblico di partecipare a questo evento.
I siti internet ufficiali per l’Italia sono:
http://www.media.inaf.it/moonnight/ (INAF)
http://divulgazione.uai.it/index.php/Moonwatch (UAI)
All’interno di essi sono disponibili vari materiali divulgativi, dalla mappa della luna a notizie sul cielo notturno del mese di ottobre.
Informazioni dettagliate sulle numerose iniziative locali sono consultabili direttamente sul sito http://astroiniziative.uai.it . Si può partecipare virtualmente all’iniziativa anche attraverso l’apposita pagina Facebook predisposta dall’INAF - http://www.facebook.com/lanottedellaluna - sulla quale è possibile la descrivere e commentare le manifestazioni, inviare immagini e filmati, raccontare le proprie sensazioni suscitate dale osservazioni al telescopio.
La serata ha infatti un tema conduttore, proposto nel sottotitolo dell’iniziativa mondiale “InOMN” ( http://observethemoonnight.org/ ) : "What does the Moon mean to you? - Cosa rappresenta la Luna per te?”. Tutti potranno provare e condividere l’emozione di vedere con i propri occhi i dettagli della superficie del nostro satellite naturale, ma anche degli altri corpi celesti osservabili in questo periodo, tra i quali spicca il pianeta Giove.
In serata è atteso anche uno “special guest”. Si prevede infatti un possibile picco di attività dello sciame di meteore delle Draconidi. Quindi, condizioni meteo permettendo, l’osservazione della Luna e del cielo autunnale potrebbe essere arricchito dalle scie luminose delle “stelle cadenti”.
( Per notizie e approfondimenti sulle Draconidi :
http://www.media.inaf.it/2011/09/30/stelle-cadenti-dautunno/
http://divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Ottobre_2011#METEORE )


contatti :
divulgazione@uai.it




10 agosto, Calici di stelle: il cielo d’estate con gli astrofili italiani


UNIONE ASTROFILI ITALIANI
www.uai.it
COMUNICATO STAMPA
07 agosto 2011

Le notti calde e serene di agosto forniscono un’imperdibile occasione per avvicinare contemporanemente un gran numero di appassionati e di osservatori occasionali all’emozionante esperienza dell’osservazione della volta celeste.
Un pubblico sempre più numeroso partecipa alle serate pubbliche organizzate dalle associazioni di astrofili, ancor di più se le osservazioni sono abbinate ad altre iniziative che richiamano folle di visitatori e turisti.
E’ questo il caso del tradizionale appuntamento con "CALICI DI STELLE", la conosciutissima manifestazione enogastronomica organizzata in centinaia di località dalle amministrazioni locali aderenti all’Associazione Nazionale Città del Vino - ANCV (www.cittadelvino.it).
Anche quest’anno l’UAI - Unione Astrofili Italiani (www.uai.it ), promuove l’abbinamento tra “Calici di Stelle” e le “Notti delle Stelle”, le serate osservative abitualmente organizzate dalle associazioni in occasione del periodo di massima attività dello sciame meteorico delle Perseidi, le popolari “lacrime di San Lorenzo”.
La collaborazione UAI-ANCV ha contribuito a creare una rete di iniziative pubbliche alle quali le Associazioni di Astrofili partecipano allestendo postazioni osservative con i telescopi, conferenze e videoproiezioni in concomitanza con lo svolgimento delle manifestazioni locali del circuito di Calici di Stelle.
Alla degustazione delle migliori produzioni vinicole delle località sedi dell’iniziativa si unisce quindi l’opportunità di partecipare ad un’osservazione guidata del cielo stellato con l’aiuto di esperti astrofili.
La Commissione Divulgazione UAI collabora alla promozione di questo importante evento nazionale con una speciale sezione dedicata a Calici di Stelle sul proprio sito internet, alla pagina http://divulgazione.uai.it/index.php/Calici_di_stelle, dove sono consultabili notizie e approfondimenti relativi alle caratteristiche del fenomeno degli sciami meteorici, ed in particolare di quello delle Perseidi.
Tutte le informazioni riguardanti gli oggetti celesti osservabili nel cielo estivo sono inoltre pubblicate sulla pagina internet della rubrica del Cielo del Mese dedicata al mese di agosto 2011: http://divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Agosto_2011.

Si invita a consultare in particolare la sezione http://divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Agosto_2011#METEORE per le notizie dettagliate sulle meteore di agosto.

Ricordiamo infine, per le informazioni dettagliate sulle serate di osservazione pubblica organizzate dalle associazioni locali, il sito Astroiniziative UAI - http://astroiniziative.uai.it.


Commissione Divulgazione
UNIONE ASTROFILI ITALIANI


Scarica la versione PDF del comunicato stampa




Comunicato stampa
Roma, 9 luglio 2011

Accordo UAI, IDA ed HERA Luce


INNOVATIVO ACCORDO TRA UAI, IDA ITALIANA ED HERA LUCE PER LA RIDUZIONE DI CONSUMI ENERGETICI E DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO


E’ stato sottoscritto a Roma il 23 Giugno, tra l’Unione Astrofili Italiani, la Sezione Italiana dell’International Dark-Sky Association e la HERA LUCE, il secondo gestore italiano di pubblica illuminazione, un importante e originale protocollo d’intesa per la realizzazione e la diffusione di impianti luminosi ecologici e dai ridotti consumi energetici.

Il protocollo d’intesa, fortemente voluto da tutti i contraenti e volto a migliorare non solo la qualità dell’illuminazione delle nostre città ma anche il relativo impatto ambientale, parte da un’indagine svolta in questi anni, in modo congiunto, dall’Unione Astrofili Italiani e dall’IDA Italiana su oltre 550 impianti di illuminazione sparsi a campione su tutto il territorio italiano.

Malgrado siano ormai vigenti numerose leggi regionali, approvate specificamente per la riduzione dell’inquinamento luminoso e dei consumi energetici, tantissimi comuni, ma anche altri soggetti pubblici e privati, realizzano o mantengono in funzione impianti di illuminazione altamente energivori, poco efficienti e che inviano fino al 60% della luce prodotta verso il cielo o, comunque, al di fuori delle sedi viarie.

Nella maggior parte dei casi poi, benché sia ormai obbligatorio da anni l’uso dei dispositivi per la riduzione dei consumi, si deve constatare che le pubbliche amministrazioni nulla hanno fatto in questo campo.

Per questo motivo il 23 Giugno a Roma il Presidente dell’UAI e della IDA Italiana Mario DI SORA e l’Amministratore Delegato di HERA LUCE Dr. Walther SIRRI hanno siglato un accordo che persegue non solo la precisa applicazione delle varie leggi regionali vigenti ma anche del “pacchetto energia” (definito anche 20/20/20) e approvato dal Parlamento Europeo nel 2008.

Con questo accordo HERA LUCE, che gestisce oltre 330.000 punti luce prevalentemente in Emilia-Romagna, Marche e Toscana, si impegna, con il supporto di queste importanti associazioni di astrofili, a realizzare impianti di illuminazione, non solo stradale ma anche di tipo monumentale, che rispettino pienamente le prescrizioni delle leggi regionali. Vi è quindi una particolare attenzione sia al flusso di luce disperso verso il cielo che alla maggior efficienza energetica possibile attraverso l’uso di soluzioni progettuali chiare e verificabili, elaborate in base ad un sistema di classificazione energetica trasparente che punta sulla qualità dei prodotti riducendo così consumi e costi di gestione.

L’accordo quindi non è ad uso e consumo delle sole esigenze degli appassionati del cielo ma anche di tutte le pubbliche amministrazioni, quindi per la Collettività, che potranno così avvalersi di uno strumento di controllo serio e affidabile per la realizzazione e la gestione dell’illuminazione pubblica spesso affidata a soggetti poco preparati o scorretti.

E il contributo che questo protocollo potrà dare nel suo campo non è certo trascurabile se pensiamo che in Italia, con una seria politica di controllo degli impianti pubblici, potrebbero essere risparmiati ogni anno ben oltre 400 milioni di €, corrispondenti a diversi milioni di tonnellate di CO 2 riversati in atmosfera.

UAI, IDA ed HERA LUCE si impegnano a diffondere i principi dell’accordo e a sensibilizzare i vari soggetti che questo coinvolge in una politica formativa e informativa che sia sempre più rispettosa dell’ambiente e delle risorse naturali anche organizzando convegni su tutto il territorio nazionale.


Mario Di Sora

Presidente UAI




Scarica la versione PDF del comunicato stampa


Leggi il documento d'accordo in versione PDF del comunicato stampa




Comunicati stampa precedenti

ANNO 2012

ANNO 2011

  • Comunicato stampa n.1/2011, Roma, 11 Febbraio 2011, L’UAI PARTECIPA ALL’INIZIATIVA M’ILLUMINO DI MENO DI CATERPILLAR SU RADIO 2


ANNO 2010


ANNO 2009


ANNO 2008

Comunicati stampa anni precedenti

Strumenti personali