Moonwatch report

Da Commissione Divulgazione - Unione Astrofili Italiani.

Versione delle 11:11, 6 gen 2018, autore: Astrofox (Discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione corrente (diff) | Versione più recente → (diff)


I REPORT DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI AL MOONWATCH - edizione 2010 :


Indice

ROMA

18 settembre: tavola rotonda alla sede Nazionale INAF dell’Osservatorio di Monte Mario.

Da sinistra:

  • Tommaso Maccacaro, Presidente INAF
  • Cristina Falvella, Direzione Ricerca del MIUR
  • Emilio Sassone Corsi. presidente UAI
  • Antonio Menè, ASI
  • Marco Galliani (INAF – interprete di Gregori Schmidt)
  • Gregori Schmidt, NASA

Su Astrochannel – La TV INAF aggiornata 24 ore su 24 -  PER IL MOON WATCH PARTY: LA NOTTE DELLA LUNA - il filmato

Un servizio sulla tavola rotonda svoltasi a Roma per La notte della Luna. Autore Aldo Gagliano




A.R.A.


ASSOCIAZIONE ROMANA ASTROFILI

http://ara.roma.it

Resoconto dell'evento organizzato dall'Associazione Romana
Astrofili. Sarà possibile leggerlo a questo indirizzo:
http://www.ara.roma.it/?q=it/news/la_notte_della_luna_2010_come_andata
Grazie per il sostegno: le mappe hanno avuto grande successo e nonostante le previsioni pessime abbiamo avuto parecchia gente

Alessio Caradossi



ACCADEMIA DELLE STELLE


http://www.accademiadellestelle.org

Moon Watch Party - Guarda che Luna - 18/09/2010 Castel Sant'Angelo - Roma

L'evento si è svolto in uno dei luoghi più suggestivi di Roma: sul Lungotevere monumentale di Castel Sant'Angelo accanto alla mole del Mausoleo di Augusto.

Le attività sono iniziate fin dalle 18.00 con l'affissione dei poster dell'evento, l'allestimento del punto informativo dell'associazione e la disposizione dei telescopi per il pubblico. Le nostre manovre hanno attirato fin da subito la curiosità dei passanti che hanno formato una folla che aleggiava attorno alle postazioni osservative.

Lo schieramento di strumenti era ben assortito: abbiamo messo a disposizione del pubblico uno Schmidt Cassegrain 250 f/10, uno Schmidt Cassegrain 200 f/10, un apocromatico 66 f.6 ed un telescopio doppio formato da un apocromatico da 90 f/5,5 con in parallelo un acromatico 70 f/7 per la visione della Luna a grande campo.

Il primo oggetto astronomico puntato è stato il pianeta Venere che ,osservato fino al suo tramonto attraverso il nostro maggiore telescopio, si mostrava come una bellissima "falce di Luna" mentre la "vera" Luna che già saliva ad Est era inquadrata dagli altri telescopi.

Le esclamazioni di meraviglia di chi osservava attiravano ulteriori passanti: nel corso della serata siamo stati letteralmente assaliti dal pubblico!

Al tramonto di Venere il telescopio principale è stato puntato su Giove con le sue bande atmosferiche ben visibili ed il dispiegamento dei suoi quattro satelliti maggiori, alimentando l 'entusiasmo del pubblico che passava senza sosta da un telescopio all'altro per non perdersi la "star" della serata: la Luna.

Abbiamo avuto il piacere di far osservare il nostro satellite ad oltre un migliaio di persone, una folla eterogenea ed interessata: molti ragazzi, coppie ed intere famiglie, anziani e turisti.

Il cielo di Roma è stato decisamente benevolo (aveva piovuto nel pomeriggio!) e qualche passaggio nuvoloso non è stato privo di utilità offrendoci dei momenti di pausa durante i quali abbiamo potuto rispondere estesamente alle mille domande della gente che con gli occhi al cielo aspettava impaziente che le nuvole si diradassero.

Iniziare l'osservazione è stato facile, cercare di smontare gli strumenti e liberare l'area a notte inoltrata lo è stato molto meno: continuavano infatti ad arrivare frotte di persone a cui abbiamo dato appuntamento per il prossimo Moon Watch Party.

Sono stati distribuiti circa 500 stampati con la presentazione dell'iniziativa e una mappa lunare di grandi dimensioni.

Per l'Accademia delle Stelle erano presenti: Cristina Mai Van, Laura C. Paladino, Christian Cammoranesi, Pino e Lorenzo Fiorentini,Massimo Porcelli, Paolo Colona.

Questo breve resoconto non può non chiudersi con i nostri ringraziamenti alla Presidenza del XVII Municipio di Roma per la concessione del patrocinio e a tutto il personale del Municipio stesso che ha accolto con particolare favore la nostra iniziativa e che ci ha permesso di renderla possibile.







TELESCOPIO REMOTO UAI

Moon Watch Party al Telescopio Remoto UAI

Causa maltempo che ha impedito l' utilizzo del telescopi o remoto della Unione Astrofili Italiani, come preannunciato, l'incontro si è u

gualmente tenuto sulla piattaforma Skylive ng presentando immagini che raccontavano la storia di Apollo 11.

Grande affluenza:

      Presenze contemporanee in chat di picco: 235 persone
      Presenze medie: 202        
      Contatti totali durante la serata: 356  

Il telescopio remoto UAI, è posto a Viverone, ai piedi delle Alpi, sul lago Viverone (Biella, Piemonte). E’ un 12” Meade LX200 f/6.13 + CCD SBIGST10XME, FOV 28’x19’ con filtri fotometrici CBVRcIcD. Skylive #2.

  













Con questo, oltre alle consuete osservazioni per divulgazione e ricerca in tutte le notti di cielo sereno, completamente gratuite, come agli altri telescopi remoti della rete Skylive, vengono effettuate, dal 2009, il primo venerdi’ del mese, i viaggi di “Una Costellazione Sopra di noi”, parte del Calendario UAI 2010. Un viaggio in diretta attraverso gli oggetti deep sky nel cielo di una costellazione.





Il software di controllo Skylive-NG

Il sito web del telescopio remoto UAI:
http://telescopioremoto.uai.it
Il sito web che ospita il progetto e il forum relativo: www.skylive.it

Giorgio Bianciardi


CIVITELLA CASANOVA (PU)

ASSOCIAZIONE ASTROFILI CIVITELLA CASANOVA

http://www.astrociv.it

La serata si è svolta in maniera regolare nonostante le avvisaglie di maltempo fino qualche ora prima dell'inizio della manifestazione prevista per le ore 21.

Sul piazzale antistante la Chiesa Madonna Della Cona, in Civitella Casanova all'interno del Parco Nazionale Gran Sasso Monti della Laga,luogo da noi prescelto quale sito osservativo anche se non ideale per osservazioni deep sky per via di alcuni lampioni presenti, abbiamo montato e stazionato i nostri telescopi: celestron C8 su montatura EQ6, celestar8, skywatcher 130 su HEQ5, un Celestron 114 ed infine un rifrattore Ziel GEM 35, di un piccolo astrofilo in erba.

Grazie anche alla pubblicità fatta con i manifesti dell'Uai, la serata ha avuto, per noi, una notevole partecipazione di pubblico (stimata in circa 80 persone) in considerazione della realtà del nostro piccolo Paese, segnato duramente dal terremoto del 6 aprile 2009. Le osservazioni e le nostre descrizioni hanno riguardato crateri e mari lunari quali argomenti principali, non disdegnando Giove ed i suoi satelliti, con vicino l'elusivo Urano tra l'entusiasmo e l'interesse dei partecipanti. L'attività si è protratta fino a circa l'una del mattino quando la luna si è coperta da una improvvisa nuvolosità.

Piero Frangini. Presidente Associazione Astrofili Civitella Casanova

ALCUNE IMMAGINI

Astrofilo in erba




CUNEO

ASTROFILI BISALTA

nonostante tutti gli sforzi per ottenere i permessi per occupazione del suolo pubblico, purtroppo a Cuneo è piovuto, così in Piazza Galimberti non abbiamo potuto neanche tentare un collegamento in internet.

Pietro Castellino



VAZON - OULX (TO)

Associazione Astrofili Segusini

http://www.astrofilisusa.it/

Sabato 18 settembre 2010: che a Vazon, piccola borgata dell'Alta Valle di Susa a 1650 metri s.l.m., si ritrovino una sessantina di persone lì condotte dal solo desiderio di osservare la LUNA -contro ogni ragionevole speranza, data la nebbia fitta che alle 19 ricopre la conca sopra Oulx- ha dello straordinario, anzi dell'incredibile. Eppure, davvero, presso l'ospitale Rifugio “La Chardousë” più di quaranta persone, cui si sarebbe aggiunta dopo cena un'altra ventina, hanno piacevolmente cenato in attesa di farsi condurre per mano dagli esperti Astrofili Segusini in un viaggio per parole e immagini verso il nostro incantevole satellite.

Che la Luna sia sempre affascinante per molti è indubitabile, dato che l'iniziativa mondiale della NASA, fatta propria dall'INAF (Istituto Nazionale di AstroFisica) e dall'UAI (Unione Astrofili Italiani) in Italia e realizzata dalle Associazioni Astrofili sul territorio, ha visto organizzarsi contemporaneamente per “la notte della Luna” 61 punti osservativi in Italia e numerosissimi nel mondo. Anche la consapevolezza di condividere l'emozione di osservare la Luna con tanti appassionati in varie parti della Terra ha accresciuto la suggestione della serata che si è svolta, pur nella semplicità, con una grande attenzione e cura dei particolari che va riconosciuta a quanti han provveduto all'organizzazione.

La presentazione dell'argomento si è aperta con una proiezione realizzata appositamente per i più piccoli e dedicata ai numerosi bambini presenti, tutti attentissimi; in attesa dell'ormai certo rasserenarsi completo del cielo, una seconda presentazione per gli adulti ha offerto l'occasione di approfondire e ampliare le conoscenze sul nostro satellite.

A questo punto si è usciti per l'osservazione diretta tramite due telescopi messi a disposizione dagli astrofili segusini; una webcam collegata al telescopio permetteva comunque a tutti contemporaneamente la visione in diretta su schermo dei particolari del suolo lunare: monti, mari, crateri, siti di atterraggio delle missioni spaziali sono stati esaurientemente illustrati.

E, sotto un cielo qua e là visitato da bellissime nubi striate e illuminato prepotentemente dal biancore lunare che faceva quasi del tutto scomparire la luminosità degli altri astri, la suggestione è di molto cresciuta ed era quasi palpabile nei commenti spontanei degli osservatori; solo Giove, in quanto pianeta, “teneva testa” in qualche modo alla Luna facendo da co-protagonista della serata: erano chiaramente visibili i suoi quattro principali satelliti e della superficie gassosa del pianeta si potevano osservare addirittura le bande scure. Necessariamente le famiglie con i bambini più piccoli, ciondolanti per il sonno, han dovuto abbandonare a un certo punto l'osservazione, mentre un discreto gruppo di “irriducibili” si è trattenuto fino alla mezzanotte incurante della stanchezza e dell'umidità: potenza del fascino lunare! Solo allora la borgata è tornata al suo consueto silenzio, al suo solenne isolamento: ma la serata ha lasciato certo un segno. A Vazon si tornerà probabilmente per altre osservazioni collettive organizzate, ma forse per lo stimolo ricevuto nella “Notte della Luna” qualcuno tornerà anche per un'osservazione “privata”, personale, della Luna o del cielo stellato: e tutti gli astrofili ne condivideranno la soddisfazione.

A.M.



Due immagini della serata al Rifugio Alpino “La Chardeuse” alla frazione Vazon di Oulx


ROCCAPALUMBA (PA)

Tutto il pomeriggio e la prima serata nuvoloso; solo dopo le 22.30 c'è stato un miglioramento.

Circa 20 i visitatori provenienti dalla prov. di Trapani, Palermo, Termini Imerese e dintorni.

Abbiamo osservato la Luna e poi: Giove, M57 e Albireo.

Hojjat Baghchighi




ROVIGO

Malauguratamente il cielo su Rovigo non ha concesso nemmeno uno sprazzo di sereno per tutta la serata.
E' un vero peccato perchè il luogo centralissimo che avevamo identificato avrebbe garantito notevoli presenze

Speriamo sia andata meglio in altre parti d'Italia.


Giorgio Cosco
Gruppo Astrofili Polesani



LECCO

Gruppo astrofili Deep Space

www.deepspace.it

Nonostante il tempo inclemente (ha diluviato per tutto il pomeriggio e a sera il cielo era completamente coperto) una ventina di persone si sono comunque presentate alle 20,30 al nostro Planetario. Abbiamo fatto quindi una conferenza sulla Luna conclusasi con la proiezione commentata di molte belle fotografie fatte dai nostri soci.



Franco Molteni



CIVITANOVA MARCHE (MC)

LA NOTTE DELLA LUNA

Diario di una notte speciale

Sabato 18 settembre 2010 l’Associazione astrofili ALPHA GEMINI di Civitanova Marche ha organizzato nella piazza principale della città, in contemporanea con le altre associazioni che hanno aderito all’invito dell’UAI, la serata di osservazione della Luna con occhi diversi: i telescopi! Il tempo, in un primo momento incerto, ci ha regalato una provvidenziale tregua con uno squarcio di celo sereno proprio nel clou della serata.


Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini.jpg   Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini1.jpg

Questo ci ha permesso di puntare i telescopi sulla luna e di osservare la sua affascinante superficie, cogliendo i particolari non visibili ad occhio nudo: i principali crateri (Tycho, Copernico, ecc..) e i suoi mari (Tranquillitatis, Nectaris, Fecunditatis, ecc..).

Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini2.jpg   Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini3.jpg


I numerosi presenti (più di 500 persone) hanno partecipato con interesse sia alla proiezione di documentari che della Luna in diretta dai nostri telescopi o in collegamento remoto dalle altre associazioni.

Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini4.jpg   Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini.jpg

Mentre i più temerari, specialmente i bambini, hanno messo gli occhi negli oculari catturando immagini indimenticabili dei segreti della Luna.

Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini6.jpg   Image:LA NOTTE DELLA LUNA alfagemini7.jpg

Per i più esigenti, la mostra fotografica ed il materiale divulgativo distribuito, ha appagato la loro sete di curiosità.

Giampaolo Butani


Associazione Astrofili ALPHA GEMINI

Sede: Scuola Media "Ungaretti" - Via del Piceno 16 - Civitanova Alta

Email: alphagemini@libero.it

Sito:[1]

Presidente: Giampaolo Butani



REGGIO CALABRIA

Grazie a tutti voi all'Inaf ed all'UAi in particolare per questa bellissima esperienza. La Mia Città ha risposto con entusiasmo.

Nelle tre serate che abbiamo organizzato abbiamo avuto un afflusso di pubblico veramente impensabile, merito anche dei giornali locali che ci hanno dato una grossissima mano. Il tempo è stato splendido. Su facebook nel gruppo "Gli amici del planetario Pythagoras" potete vedere qualche foto ed anche gli articoli dei giornali.


Le mappe ed i posters sono andati a ruba.



MONSUMMANO (PT)

Breve resoconto della serata del 18 settembre.

Come da programma la nostra associazione, con la collaborazione e il patrocinio del comune di Monsummano Terme, ha allestito una postazione osservativa proprio nel centro del paese. Sono stati messi a disposizione del pubblico due telescopi, un 20 cm e un 30 cm, oltre a una serie di binocoli tutti appartenenti ai soci dell'associazione.

Con noi avevamo tutto il materiale messo a disposizione dall'UAI, pronto per essere distribuito al pubblico che solitamente si presenta numeroso alle nostre iniziative. Il cielo non era sgombro da nuvole, ma ancora sembrava poter regalare qualche possibilità.

Purtroppo ha incominciato a coprirsi sempre di più e intorno alle 21:00 ha finito per chiudere ogni spazio alle residue speranze di poter fare osservazione.

Date le cattive condizioni meteo che si stavano preparando, con rammarico, siamo stati costretti a smontare rapidamente l'attrezzatura e le postazioni. Alle ore 21:30 il rapido peggioramento del meteo ha iniziato a manifestarsi con le prime gocce di pioggia e dopo appena mezz'ora le intense precipitazioni che hanno accompagnato la notte tra sabato 18 e domenica 19 sono iniziate implacabili su tutta la Valdinievole.

Peccato, la serata non ha potuto svolgersi secondo le nostre aspettative, vanificando in breve tempo l'impegno profuso dal gruppo per preparare e allestire l'osservazione. Cogliamo comunque l'occasione per ringraziare l'UAI che ha indetto la serata e fornito il materiale e ci auguriamo che molto presto possano esserci nuove occasioni per tornare a offrire al pubblico la possibilità di osservare il cielo.


Cieli sereni e bui!

Associazione Astrofili Valdinievole A. Pieri



MARANA DI CRESPADORO (VI)

CIELI PERDUTI - ASTRONOMIA ALTO VICENTINO Sede: Osservatorio Astronomico di Marana di Crespadoro (VI)

Nessuna attività è stata svolta in quanto è piovuta acqua "a catinelle" per tutta la giornata di sabato.

Il pubblico comunque è stato accolto nel salone principale dell'esposizione della locale sagra, dove era installato un planetario gonfiabile e dove la nostra associazione aveva uno spazio espositivo dal 16 al 19 settembre...

Tutte le mappe sono state regalate alle oltre 500 persone comunque presenti alla sagra e in visita alle mostre tra cui la nostra con fotografie e filmati in videoproiezione multimediale.


Carlo Negri

Segreteria Cieli Perduti e Osservatorio di Marana di Crespadoro (VI)



PERUGIA

A Perugia fino alle 19,30 è piovuto, quindi siamo stati in dubbio se montare i telescopi, nella terrazza del mercato coperto, luogo tra i più alti della città e dal quale si può godere di un panorama unico, con Assisi e tutta la valle umbra sud fino a Spoleto.

Alle 21,00 abbiamo deciso di provare vista la presenza di una ventina di persone, e siamo riusciti a sprazzi a far vedere la luna che pur tra le nuvole ha riscosso le logiche esclamazioni di stupore da parte delle persone che non l'avevano mai vista attraverso dei telescopi.

Gli strumenti montati erano sei più un binocolo 20x80 con ottiche intercambiabili. Nelle pause dovute alle nuvole spiegavamo il funzionamento dei telescopi e un paio di volte abbiamo ammirato Giove e le sue lune.

Image:Perugia.jpg

Alle 23,00 è iniziato a piovere ed abbiamo velocemente smontato. In tutto sono state presenti, oltre ad una decina di soci astrofili, circa sessanta persone quindi nonostante il tempo ci possiamo ritenere soddisfatti.

Associazione Astrofili Paolo Maffei Perugia



SAN BENEDETTO PO (MN)



Per l'osservatorio di San Benedetto Po, unico nel Mantovano, avevamo organizzato per bene la serata, reclamizzando la manifestazione con un comunicato inviato ai quotidiani mantovani, alle TV e radio locali.

Dalle telefonate ricevute nei giorni precedenti il 18 posso affermare che se il cielo fosse stato clemente avremmo avuto la presenza di oltre un centinaio di persone.

Ma purtroppo il tempo meteorologico è stato decisamente sfavorevole, con il cielo completamente coperto e, addirittura, con la pioggia.

E così quella sera sono venute in osservatorio solo 8 persone (oltre a 5 soci). Poco male: noi recupereremo la serata il 16 ottobre (con la Luna al 68%) e il 13 novembre (con la Luna al 50%). In queste due sere ci sarà Giove in condizioni di visibilità migliori rispetto al 18 settembre.

Luciano Luppi

Via Dugoni, 24

46027 San Benedetto Po MN

e-mail: lucianoluppi@virgilio.it



SIENA

Purtroppo la serata osservativa dedicata alla Luna organizzata dagli Astrofili Senesi nel centro storico della nostra città è stata annullata a causa di un violento temporale. Speriamo di poter ripetere l'iniziativa quanto prima, anche se non in veste ufficiale.

Giacomo Guerrini

(Segretario Unione Astrofili Senesi)



ALESSANDRIA

Moon Watch Party

Resoconto della serata del 17 settembre 2010, ad Alessandria, per il quale serve una breve premessa che spieghi il perché della scelta sia della data che del luogo.

Un concorso di pittura organizzato dalla “Fondazione Angioletta Firpo” di Alessandria premiò, due anni or sono, un’opera presentata da un artista alessandrino, Mario Fallini, volontario presso l’Hospice “Il Gelso” , struttura d’eccellenza dell’ASL alessandrina. L’opera, estremamente simbolica e significativa rappresentava anche un telescopio rivolto verso il cielo, perciò il premio venne destinato all’acquisto di un telescopio da usare nella struttura, perfezionato all’inizio dell’estate. La direttrice Dott.ssa Gabriella D’Amico si rivolse al Gruppo Astrofili Galileo di Alessandria per l’assistenza necessaria nell’uso dello strumento, che il Gruppo assicurò con grande piacere. Programmammo una serata di osservazione della Luna per venerdì 17 settembre, molto tempo prima della comunicazione da parte di UAI dell’evento internazionale del 18 settembre. Pertanto decidemmo, previo avviso all’UAI, di parteciparvi anche se in anticipo di un giorno, e la nostra richiesta venne accettata.

Il resto è storia di ieri, quando, nonostante l’impossibilità di osservare la Luna al telescopio a causa della copertura nuvolosa, la serata, con la partecipazione di un folto pubblico, è stata un successo dal punto di vista divulgativo avendo previsto due conferenze, supportate da immagini su grande schermo. Una sull’aspetto astronomico, fisico, scientifico del nostro satellite, relatore Gianfranco Durante e l’altra sulle credenze popolari e contadine e sugli influssi che la Luna avrebbe sulle attività umane, sugli organismi viventi e sui vegetali, relatore Luigi Poli. Entrambe intervallate da letture di poesie, anche dialettali, dedicate alla Luna e da musiche e canzoni eseguite dal vivo da due musicisti. Ritorneremo in altre serate più favorevoli per consentire la visione della Luna e anche di Giove e Saturno, nella speranza che la visione diretta dei corpi celesti possa in qualche modo contribuire ad alleviare, anche solo per un attimo, le sofferenze di pazienti oncologici e dei loro familiari e le fatiche del personale che li assiste con tanta dedizione.




Galleria fotografica di alcuni momenti della serata.  L’evento è stato reclamizzato con articoli sulla cronaca provinciale del quotidiano “La Stampa”, sul trisettimanale locale “Il Piccolo” e sui giornali on-line di Alessandria.

Conferenza

Luna protagonista

Intermezzo poetico

Poesie alla Luna


Gruppo Astrofili Galileo di Alessandria.



PETILIA DI POLICASTRO (KR)

Liceo Scientifico Statale “Raffaele Lombardi Satriani”

Circolo Legambiente

Petilia Policastro (Crotone)

La notte della Luna

Moon Watch Party - Guardiamo la Luna sabato sera?

18 settembre 2010

cortile Liceo Scientifico

Il Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani” di Petilia Policastro e il locale Circolo Legambiente hanno organizzato, nella serata di sabato 18 settembre, una serata osservativa dedicata alla Luna, aderendo all’iniziativa “La Notte della Luna - Moon Watch Party”, promossa dall’INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica –con il supporto dell’UAI –unione astrofili italiani- ; con oltre 200 eventi in 34 paesi, un evento pubblico mondiale, promosso dalla NASA, l’ente spaziale americano. L’attività, coordinata da Luigi Concio, docente di scienze naturali, nonché Presidente del locale Circolo di Legambiente, si è avvalsa della collaborazione dell’astronomo petilino Giuseppe Ierardi.

Il cortile della scuola, per una serata, si è trasformato in un osservatorio astronomico allestito con strumenti per l’osservazione (binocoli, telescopio rifrattore e riflettore), un computer e videoproiettore per la simulazione del cielo notturno, con l’ausilio di numerose mappe, fornite dall’INAF, per l’osservazione dei Mari e Crateri lunari. Un’attività inserita nel progetto della scuola “Conoscere il Cielo”, documentata nella sezione “cielo” del sito web: www.scuolaparco.it.

Moon Watch Party è il primo evento mondiale dedicato non solo alla comunità di appassionati dell’astronomia, ma anche alle famiglie, ai bambini e a tutti coloro che desiderano poter ammirare il nostro bellissimo satellite.

Buona è stata la partecipazione delle famiglie, numerosi sono stati i bambini e le maestre della scuola primaria, già coinvolta in alcune attività del Liceo Scientifico.

I bambini sono naturalmente curiosi circa il mondo intorno a loro, è stato piacevole raccogliere le loro impressioni durante l’osservazione al telescopio: la Luna ha le macchie, è piena di buchi, è grande, è …bella. La Luna è stata descritta come una “palla rocciosa” che gira intorno alla Terra, con una superficie polverosa e piena di crateri; un satellite di grosse dimensioni, circa un quarto delle dimensioni del pianeta. Con il passare delle ore è apparso, con tutto il suo splendore, il pianeta Giove, con l’ausilio del telescopio sono stati osservati i satelliti “galileiani” (Io, Europa, Ganimede e Callisto).

Dopo le prime osservazioni di Galileo Galilei, di quattro secoli fa, gli strumenti ottici sono enormemente migliorati, ma il fascino dell’osservazione è rimasto inalterato, e per molti contemplare la superficie lunare, sia con piccoli che con grandi telescopi, è una passione che non trova fine. La Luna, al tempo di Galileo, era quella descritta da Aristotele: “levigata, uniforme e perfettamente sferica”; all’improvviso all’occhio di Galileo la Luna appare con valli, montagne, gole e dislivelli, quindi con caratteristiche simili alla Terra. La Luna ha svolto un ruolo importante nella storia dell’uomo, civiltà antiche, quali gli Aztechi hanno costruito templi in suo onore e per osservarne le sue fasi; inoltre sono diversi i proverbi, le poesie, i romanzi e le musiche ispirate alla Luna.

Quando il cielo si fa scuro, preferibilmente lontano dalle luci delle città, è giunto il momento di godere, insieme ai nostri bambini o nipoti, di questo straordinario spettacolo.


ALCUNE IMMAGINI







TRADATE (VA)

GAT, Gruppo Astronomico Tradatese.

Abbiamo organizzato la serata di Sabato 18 Settembre nel parco della Villa Comunale di via Mameli 13, a Tradate, invitando espressamente i bambini delle scuole primarie di Tradate con i loro genitori. Per questo è stato inviato ai Direttori scolastici l' allegato comunicato, con l'invito di distribuirlo ai bambini.

Va aggiunto che la Villa Comunale di Via Mameli 13, ospita da Gennaio 2010 la 9° Ed. della nostra mostra su L' ESPLORAZIONE DEL SISTEMA SOLARE.

Siccome il Comune di Tradate ci ha concesso di prolungarne l' apertura per le scuole fino a tutto Dicembre, ci è sembrato cosa ottima far coincidere la Notte della Luna con la riapertura della mostra.

Bisogna dire che questa idea ha avuto ottimo successo !

Nonostante il tempo incerto (non pioveva ma fino alle 22 è stato nuvoloso) siamo rimasti stupiti noi stessi della risposta al nostro invito.

Alle 21, nel parco della Villa erano presenti almeno 150 bambini con i genitori ! Abbiamo distribuito loro la mappa Lunare (molto apprezzata, perchè utilizzabile anche in futuro dai giovanissimi studenti) che ci siamo fatti mandare dall' UAI e, nell'attesa che il tempo migliorasse, abbiamo fatto visitare a tutti la mostra, soffermandoci soprattutto nelle sale più di attualità per questa serata, vale a dire la sala della LUNA in primis, e poi la sala di GIOVE.

E' stato DIVERTENTISSIMO raccontare in maniera semplice ai bambini, le nozioni fondamentali sulla Luna, sugli astronauti, sulle eclissi, sulla recente scoperta dell'acqua, ecc ecc. Soprattutto è stato BELLISSIMO constatare come anche i genitori ( che normalmente NON si vedono MAI in queste occasioni) abbiano apprezzato e spesso ascoltato con stupore, le varie spiegazioni.

Rimaneva però altissima l'attesa che la LUNA potesse fare capolino dalla densa nuvolaglia che stazionava su Tradate. Attorno alle 22,30 il piccolo miracolo è avvenuto, con grande entusiasmo (anche sonoro !) dei bambini: così, è stato anche possibile dare qualche occhiata telescopica diretta al nostro satellite ( che però, continuava a giocare a nascondino con le nuvole).

Ormai però era un po' tardi ed i bambini cominciavano ad essere stanchi. Da qui una richiesta che è partita dai genitori: quella di ripetere questa serata in un'altra occasione in cui il cielo sia perfettamente sereno. Una richiesta che accoglieremo senz'altro appena possibile.

Magari, visto il tempo inclemente in mezza Italia, anche l' UAI potrebbe lanciare in un prossimo futuro una seconda NOTTE DELLA LUNA sperando in condizioni climatiche più favorevoli.

Cesare Guaita Presidente del GAT



LECCE

Si è rivelato un gran successo il Moon Watch Party organizzato presso il Parco Astronomico SIDEREUS di Salve (LE).
Alla manifestazione hanno partecipato circa 100 visitatori che hanno avuto modo di assistere ad una interessante conferenza sul nostro unico satellite naturale.
Grazie alla presenza del Prof. Antonio Bianchini dell’Università di Padova è stato possibile stabilire un collegamento audio-video con il Planetario di Padova e uno con l’Osservatorio Astronomico nel Trentino del Dott. Giancarlo Favero, che hanno permesso un interessante scambio di esperienze.
Nonostante l’alta percentuale di umidità e la velatura del cielo si è riusciti comunque ad osservare la Luna con i suoi mari e crateri e Giove con i suoi satelliti galileiani.

La serata è poi proseguita con la mostra allestita nella Galleria delle Scienze e l’estrazione di un autentico frammento di meteorite lunare vinto da una nostra fortunatissima ospite.

Vito Lecci


ALCUNE IMMAGINI







PIOMBINO (LI)

Purtroppo la copertura nuvolosa ha impedito di effettuare le osservazioni, che la nostra associazione aveva anticipato alla sera di venerdì 16. Al pubblico che si era comunque presentato è stata mostrata la struttura dell’ Osservatorio Astronomico di Punta Falcone; la serata si è conclusa con una videoproiezione. Il materiale divulgativo sarà comunque utilizzato nelle prossime settimane, dato che l’osservatorio continua comunque le proprie attività divulgative e didattiche.



TORRE LUCIANA (OSSERVATORIO)

http://www.torreluciana.it

Nonostante le previsioni, abbiamo aspettato fino all'ultimo, ma la pioggia su Firenze ci ha costretto ad annullare la nostra serata dedicata alla Luna.

Temerari, comunque, alcuni degli astrofili sono andati a Luciana, ma nel prato dell'Osservatorio dove si sarebbe dovuta svolgere la nostra attività osservativa hanno potuto contare solo i ... ranocchi.

Il materiale predisposto per il Moon Watch Party sarà utilizzato nelle prossime serate divulgative che periodicamente si svolgono a Luciana.



LATINA

MOON WATCH PARTY

Latina 18 settembre 2010

di Domenico D’Amato

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Pontina di Astronomia – Latina Anzio-Nettuno congiuntamente al Liceo Scientifico “GB Grassi” di Latina, si è svolta presso il liceo stesso, approfittando della presenza di un planetario da 40 posti.

L’inizio è stato alle ore 18.00, come programmato, per mostrare il Sole, Venere e la Luna ed allo stesso tempo poter permettere a più visitatori possibili di entrare nel planetario ed assistere ad una piccola lezione di astronomia di circa 25 minuti ciascuna, a partire dalle 18.30.

A disposizione del pubblico c’erano 5 telescopi, di cui uno strumento con una webcam collegata ad un videoproiettore, in modo da mostrare e commentare al pubblico l’immagine ingrandita della Luna in diretta. Il pomeriggio è stato caratterizzato da una leggera pioggerellina che ci ha tenuto un po’ sulle spine e che è cessata intorno alle 17.00, come era d’altronde previsto.

Alle 17.30 il cielo si è schiarito ed è rimasto tale fino alle 21-21.30 circa permettendo alla maggioranza di godere della visione del Sole, Venere e Luna nella prima parte, e successivamente di Luna e Giove.

C’è stato un flusso ininterrotto di persone dalle 18.00 fino alle 22.30 per osservare ai telescopi (quando è stato possibile) ma soprattutto per assistere alle presentazioni al Planetario.

I due operatori al planetario (prof Enzo Bonacci e prof Antonio Francesco Piras) sono rimasti all’opera per ben otto presentazioni, con una presenza completa per ciascuna entrata di 40 persone.

In totale ci sono stati 320 ingressi al planetario e si è smesso per crollo degli operatori…

Andrea Miccoli ed Alida Giona dell’Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno hanno fatto da conduttori della serata.

Andrea Alimenti si è occupato dell’installazione e controllo della webcam, mentre altri operatori della stessa associazione si sono interessati dell’uso e controllo dei telescopi.

A metà serata è stata interpretata da due amiche attrici, Lucrezia ed Alessandra, l’Abiura di Galileo, per gettare quel ponte invisibile tra la Luna di oggi e quella che Galileo vide per primo circa 400 anni fa.

Abbiamo stimato una presenza totale di visitatori di circa 450 persone.


GALLERIA FOTOGRAFICA







ANZI - (PZ)

Si è rivelato un grande successo La Notte della Luna organizzata dall'associazione Teerum Valgemon Aesai presso il Planetario Osservatorio  Astronomico di Anzi (PZ), promossa dalla NASA a livello mondiale.

Alla manifestazione hanno partecipato circa 60 visitatori, una quindicina di motociclisti provenienti da Taranto, gruppi di famiglie provenienti da Potenza, Lecce, Brindisi, Ostia (RM) e dai comuni limitrofi dell'hinterland del Potentino.  

I visitatori hanno avuto modo di assistere ad un interessante spettacolo "Anzi viaggio sulla luna". Ideato e realizzato da Antonio Cafarella in collaborazione con Antonio Marino.

Tra i relatori anche l' avvocato Ivan Russo, autore del libro la "Relatività e logica  comune".  

Durante lo spettacolo è stato possibile illustrare tutte le missioni lunari, dall'Apollo al LCROS e LRO, nonché le future missioni Nasa Launchpad.

Nonostante l’alta percentuale di vento e la velatura del cielo, si è riusciti comunque ad osservare la Luna con i suoi mari e crateri e Giove con i suoi satelliti galileiani. La grande presenza del pubblico ha reso soddisfazione, allo sforzo di questi giovani volontari lucani per l'impegno proficuo che ha portato il Planetario Osservatorio Astronomico di Anzi  a livello mondiale.

Durante il corso della serata  i presenti hanno potuto degustare prodotti tipici e locali.






DONGO (CO)

A Dongo la serata è stata davvero pessima per quanto riguarda la situazione meteorologica: nuvole basse fino alle 23.00 poi il vento ha iniziato a fare vedere qualcosa ma a tratti.

Ho però sfruttato il manifesto "spostando" alla sera del 19, domenica, l'osservazione della Luna.

Il cielo era migliore anche se le nuvole erano presenti a tratti.

Ho posizionato il telescopio su una passeggiata a lago e praticamente chiunque passava si è fermato e chiedeva.

Alcuni sono venuti sapendo già della manifestazione (avevo comunicato io della data del 19).

Da noi praticamente non avevano visto mai nessuno fare una cosa del genere e nessuno dei partecipanti aveva mai visto la Luna da "vicino".

Ogni tanto confesso che giravo su Giove.... tutti chiedevano che "stella" è quella???

Il mio resoconto è positivo nonostante il brutto tempo di sabato.

Spero di rifare un'altra volta la manifestazione magari riguardante un altro astro... anche il Sole o lo spettacolare Saturno.

Domenico Albini



BOLOGNA

AAB - Associazione Astrofili Bolognesi

[Sito: http://www.associazioneastrofilibolognesi.it]

Noi abbiamo organizzato la manifestazione come indicato nella relativa locandina

Purtroppo ha piovuto quasi tutto il giorno (e la sera) e ciò ha impedito un afflusso che si prevedeva massiccio, viste le telefonate e le mail ricevute.

Alla fine sono venute solo 35 persone che hanno assistito alla conferenza.


Lorenzo Barbieri



TAIO - (TN)

La pioggia, caduta incessante fin dalle prime ore della giornata ci ha rovinato il tanto atteso Moon Watch Party ma questo, non ha saputo coglierci impreparati.

Le previsioni meteo tenute sotto stretto controllo, avevano lasciato pochi dubbi fin dall’inizio e questo ci ha permesso di realizzare una presentazione sul nostro satellite che ha molto incuriosito, affascinato e soddisfatto il pubblico intervenuto alla serata.

Abbiamo proiettato immagini di repertorio ma soprattutto quelle eseguite ed elaborate dai nostri strumenti nel corso delle varie osservazioni, le abbiamo correlate di schemi semplici ed intuitivi che hanno saputo dare spiegazione alle fasi lunari, alla loro influenza sulla Terra; di video dimostrativi di come, ipoteticamente, è andata a crearsi la Luna, ed è stata posta una particolare attenzione alle varie missioni volte alla sua conquista.

La nostra serata è proseguita in concerto con il collegamento di Skylive potendo contare purtroppo anche lì solo della spiegazione teorica viste le pessime condizioni meteo che imperversavano anche sul sito del telescopio di Viverone.

Il valido supporto che utilizziamo per le nostre osservazioni, il Virtual Moon Atlas, ci ha permesso di far conoscere con immagini reali e informazioni dettagliate tutti i particolari lunari, è stato un viaggio tra siti di allunaggi, monti, mari, crateri con spiegazioni sulle loro formazioni, dimensioni ed età stimata.

Al termine della serata, volendo soddisfare i più piccoli abbiamo fatto scegliere loro uno dei tanti “buchini” di cui è costellata la superficie lunare e, “l’attestato di proprietà” che ci siamo permessi di rilasciare, ora porta, a fianco del nome del cratere anche quello del nuovo giovane proprietario.

La beffa finale? Uscendo dalla sala che ci ospitava, l’ormai sottile strato di nubi lasciava intravedere il chiarore della Luna.



BENEVENTO

Notte della Luna a Benevento


alla chiamata ai telescopi della NASA e dell'INAF hanno prontamente risposto anche gli astrofili sanniti che, forti del logo UAI e patrocinati dal comune di Benevento, sono scesi in piazza muniti di tutta la loro passione per condividere con il pubblico questo eccezionale evento.

Le armi pesanti, i 2 telescopi che miravano, alternativamente Luna e Giove, sono stati letteralmente, anche se pacatamente, presi d'assalto dall'entusiasmo dei cittadini. Era quasi impossibile spegnere i focolai di curiosità e domande e sopratutto i bambini sembravano avere una sete di sapere, di conferme e smentite che non sarebbe bastata una lunazione per dare informazioni e fare esempi.

A mezzanotte però, come in ogni favola, anche la nostra ha un orco cattivo: il permesso comunale scade!

Il piccolo esercito della divulgazione composto da Carmen Perrella, Dario Castellano, Raffaele Evangelista e Massimo Corbisiero, smonta i suoi strumenti e, soddisfatto per il riscontro positivo, volge lo sguardo alle prossime mete.


GALLERIA FOTOGRAFICA








CATANIA

La pagina web con la descrizione delle iniziative svolte a Catania per la Notte della Luna.

http://www.oact.inaf.it/visite/Notte_Luna_2010.htm

Abbiamo realizzato due iniziative, una presso il Cortile Platamone (sede dell'Assessorato alla Cultura) ed una presso la nostra sede sull'Etna.

Entrambe hanno registrato un grandissimo successo, con non meno di 800 e 100 visitatori nei due casi.

Al Cortile Platamone abbiamo dovuto letteralmente chiudere le porte perchè alle 24 (ora prevista per la fine della manifestazione) continuava ad arrivare gente.

A Serra la Nave il numero dei visitatori è invece limitato dalla logistica della sede.

Ma poiché più che le parole meglio usare le immagini, la pagina di cui sopra contiene i collegamenti alle gallerie fotografiche per la manifestazione al Cortile Platamone:

http://www.oact.inaf.it/visite/Notte_Luna_2010_Platamone.htm

e per quella a Serra la Nave:

http://www.oact.inaf.it/visite/Notte_Luna_2010_SLN.htm


Devo sottolineare l'eccellente contributo del Gruppo Astrofili Catanesi "G. Ruggieri", che è stato presente in forze al Cortile Platamone con ben 4 telescopi.

Giuseppe

INAF - Osservatorio Astrofisico di Catania v. S. Sofia, 78 95123, Catania - ITALY



UGGIANO MONTEFUSCO (TA)

Da una settimana si prevedeva che le condizioni meteorologiche per la domenica 18 settembre dovessero essere buone, e tutti eravamo pronti all'evento " Moon Watch Party".

Il Sindaco di Taranto aveva accettato tutte le mie richieste: computer, videoproiettore, schermo gigante e una potente amplificazione audio.

Tutti i "Nulla osta" ottenuti: Dal Comando della Polizia Municipale per l'occupazione del suolo pubblico, dal Servizio per Viabilità e Traffico e dalla Questura per l'Ordine Pubblico.

I soci dell' A.C."I. Newton" Pierri, De Luca e Albore vigilavano sui propri telescopi portatili, due per l'osservazione diretta della Luna e di Giove e uno per la proiezione sullo schermo tramite web-camera.

Tanti impegni, tanti sacrifici e una amara delusione!

Per un improvviso soffiare dello scirocco, da Sud verso Nord transitavano dense nuvole e, pertanto, gli astri potevano essere ammirati solo negli spazi tra una e l’altra.

Alcuni astrofili rimanevano vicino ai telescopi mentre sul Lungomare (uno dei più incantevoli d’Italia) numerosi cittadini passeggiavano tranquilli, come in tutte le domeniche; però, si affrettavano ad avvicinarsi ai telescopi non appena io comunicavo che era possibile l’osservazione della Luna e di Giove.

Indicavo con il laser verde le stelle più luminose e le specifiche costellazioni di appartenenza; parlavo di nebulose e di galassie, ma rispondevo anche alle domande di persone interessate. Erano uomini, donne e bambini che dimostravano interesse e curiosità, ma in gran parte studenti di Scuole medie-superiori che chiedevano anticipazioni sul programma di geografia astronomica.

Auguriamoci che l’anno prossimo Moon Watch Party possiamo trascorrerla con un cielo limpido: quello che noi astrofili desideriamo sempre.

Cosimo Distratis

OSSERVATORIO DIDATTICO “I. NEWTON”

(Astronomico - Meteorologico – Botanico)

74020 UGGIANO MONTEFUSCO (TA)

COMUNE DI MANDURIA

E-mail:info@osservatorionewton.com

Tel.-Fax 099.979705


Sito web: http:www.osservatorionewton.com


IMMAGINI DELL'EVENTO (foto di Francesco Pasquali e Michele De Luca)

Panorama spettacolare, ma non idoneo per l’osservazione astronomica


Telescopi nel piazzale antistante alla Prefettura di Taranto


Cittadini vicino ai telescopi in attesa di osservare


La Luna tra le nuvole, ripresa da una via di fronte alla nostra postazione


Finalmente cittadini contenti di poter osservare la Luna e Giove


CUPRA MARITTIMA (AP)

L'evento era stato preannunciato con locandine e manifesti e pubblicizzato presso le scuole.

L'appuntamento era sul lungomare nord isola pedonale.

Purtroppo il tempo è stato coperto per tutto il giorno e non preannunciava nulla di buono.

Eravamo tre astrofili del Gruppo Astrofili Piceni e nonostante il tempo pessimo con un fastidioso vento di scirocco, ci siamo recati sul posto alle 18.00 circa.

Dopo una mezz'ora incredibilmente il cielo si è aperto quasi totalmente e abbiamo iniziato subito a montare gli strumenti ( un Celestron da 9" collegato tramite videocamera al monitor di un computer, un Meade rifrattore da 75mm e un Dobson da 20 cm) avevamo anche un Dobson da 40cm ma viste le condizioni meteo abbiamo purtroppo desistito dal trasportarlo visto l'ingombro...

L'afflusso di persone è stato notevole con genitori e bambini fino alle 20 circa, c'era anche il Sindaco con la sua signora. Inoltre avevo chiesto anche al forno di Cupra di realizzare per l'occasione dei biscotti a forma di luna; hanno subito accettato con entusiasmo e ce li hanno offerti gratis!

E devo dire che hanno riscosso un grande successo!

Abbiamo anche osservato Giove e i suoi satelliti.

Siamo rimasti fino alle 22 circa quando il tempo è peggiorato di nuovo e abbiamo smontato le attrezzature. Tante le persone e i curiosi che si sono entusiasmati alla vista dei crateri e il particolare del Sinus Iridum ha riscosso grande attenzione e curiosità (per alcuni era il manico di un secchiello!!)

Comunque una serata molto positiva vista anche la concomitanza della Festa di S. Gabriele al paese vecchio di Cupra che sicuramente ha sottratto molte persone alla passeggiata sul lungomare.

Lorenzo Quintili



MANFREDONIA - Centro velico Gargano

In relazione all'evento della 'Notte della Luna' del 18 settembre, inviamo alcune foto della bella serata promossa in quel di Manfredonia dal prof. Giovanni Fantetti presso e con la cortese disponibilità del "Centro Velico Gargano".

Pur in presenza di un cielo piuttosto nuvoloso, i partecipanti all'evento hanno potuto osservare la luna grazie ai telescopi messi a disposizione dai diversi astrofili presenti.

Per questi ultimi (fra cui chi vi scrive) è stata un'ottima occasione per conoscere altri appassionati del posto, tanto che ad oggi già sono 'in cantiere' altri incontri nonché la costituzione di una nuova associazione! Insomma, una iniziativa bellissima e certamente da riproporre per altri eventi 'astronomici'! Grazie ancora per il materiale fornito e.. cieli sereni!

Claudio Vantaggiato


GALLERIA IMMAGINI









RAVENNA

Associazione Ravennate Astrofili Rheyta

http://www.arar.it

Associazione del Libero Pensiero Astronomico

http://www.alparavenna.it

Osservazione pubblica presso la Sagra del Cappelletto di Portofuori


Chi non subisce il fascino g…astronomico del “cappelletto” condito con rosso e caldo ragù? Anche gli astrofili lo sanno bene: è difficile resistere.

E del resto astronomia e G-astronomia sono per molti di noi un binomio quasi inscindibile tanto che dopo ogni osservazione ben riuscita ci si compiace davanti a un buon piatto della nostra cucina tipica. E se l’osservazione non è stata appagante ci si consola lo stesso seduti a tavola.

E così approfittando dell’invito del comitato cittadino di Porto Fuori, vivace frazione di Ravenna, ad organizzare una postazione con i telescopi in occasione dell’ormai tradizionale “Sagra del Cappelletto”, gli astrofili dell’A.L.P.A. e dell’A.R.A.R. di Ravenna abbiamo deciso di far coincidere questa uscita pubblica con il Moon Watch Party nazionale.

Avremmo dovuto essere presenti per ben tre sere alla sagra ma il tempo davvero inclemente (diluvio venerdì, quasi nubifragio sabato) ci ha consentito di montare la nostra attrezzatura solo domenica.

La sagra, ci hanno confidato gli organizzatori, è riuscita benissimo nonostante molte attività e iniziative siano state annullate, tanto che le presenze risultano aumentate considerevolmente rispetto a quelle degli anni passati, con prenotazioni di gruppi per lo stand gastronomico addirittura da Bologna.

Noi stessi abbiamo constatato che una lunga fila di fan del cappelletto si snodava con gli ombrelli sotto l’insistente pioggia di venerdì davanti alla cassa del gastronomico.

Domenica per noi è stata dura ma l’osservazione è riuscita bene lo stesso. Il terreno era quasi un pantano, faceva anche un po’ freddo a causa dell’elevata umidità ma Giove e la Luna hanno soddisfatto decine di osservatori che a pancia piena hanno goduto di uno spettacolo per loro inusuale.

Molti sono stati i bambini presenti, verso i quali le organizzazioni di genitori e il comitato cittadino di Porto Fuori hanno sempre una particolare attenzione.

Tra essi tanti sfoggiavano, con sicurezza, conoscenze rare da cogliere negli stessi adulti.

Altri erano invece vivaci e incontenibili come solo i bambini sanno essere.

Tra tutti il piccolo Marco che ha addirittura tentato di salire con i piedi su una cassetta porta oculari.

Verso le undici i nostri strumenti grondavano acqua, i tubi erano bagnati come se avesse piovuto, le cartine fradice e inutilizzabili, le lenti appannate nonostante le fasce anticondensa.

Si smonta.

E alla fine, “cappelletti” anche per noi con grigliata, rosso e sorbetto. Niente male dopo tanto freddo e tanto umido. Al prossimo anno.


Gianfranco Tigani Sava


IMMAGINI DELL'EVENTO





PIANO DI SORRENTO

Notte della Luna DI ASTROCAMPANIA

Le foto della serata sono visibili al link:

http://galleria.astrocampania.org/?album=albums/Noi_di_AstroCampania/Manifestazioni/Notte_della_Luna/&page=

E' stata una bella serata, quasi una " Sidewalk Astronomy " perchè eravamo collocati in un piccolo parcheggio della piazzetta S. Teresa.

Come in tutto il mondo, anche Astrocampania sez Stabia-Penisola Sorrentina ha organizzato la sua Notte della Luna, in collaborazione con la Nasa, Inaf, Lro e UAI.

L’evento si e’ svolto a Piano di Sorrento, nel piazzale antistante l’Istituto Nautico e la chiesetta di S. Teresa che con la sua facciata finemente illuminata ha reso la location molto suggestiva.

Il tutto messo a disposizione dal Comune e egregiamente predisposto da Domenico Cinque, presidente della Pro Loco. La serata e’ iniziata con la Luna che già alle 20 faceva bella mostra di sé quando noi ancora eravamo intenti a montare gli strumenti e già qualche curioso si soffermava a vedere il nostro affaccendarci in attesa di poter mettere l’occhio all’oculare.

Il vento ci ha impedito di assemblare il telo per proiettare il bellissimo filmato sulla Luna e le sue peculiarità ben montato e commentato da Antonio Catapano ; il muro del nautico ha preso egregiamente il posto del telone rendendo tanto sui generis quanto suggestiva la proiezione!

I telescopi, il 25 cm di Antonio Catapano, il15 cm catadiottrico di Germano De Simone e un Celestron Nextar di Anna Schiappa hanno fatto degnamente la loro parte accogliendo la gioia di un centinaio di persone che disciplinatamente, a turno hanno potuto osservare le bellezze del nostro satellite naturale. Numerosa e' stata la partecipazione delle famiglie e dei bambini.

Purtroppo la Luna ad un certo punto ha deciso di nascondersi dietro ad una coltre di nubi che ahimé non promettevano nulla di buono: questo ha scoraggiato alcune persone che hanno lasciato il piazzale consapevoli che la serata fosse finita. E invece si sbagliavano: le previsioni davano sereno dopo le 22! E così è stato ! Alle 22.30 il cielo era completamente sgombro dalle nubi e la Luna ha nuovamente dominato il cielo riaccendendo negli animi delle persone la voglia di ammirarla e ripagando le attese di quanti erano rimasti. Ad Est intanto faceva capolino il pianeta Giove e tutti quanti, dopo le prime domande "ma cos'e' quella stella luminosa laggiù" hanno voluto che puntassimo gli strumenti sul gigante.

Con ammirazione di tutti, si e' facilmente potuta osservare l'unica banda equatoriale presente e i 4 satelliti galileiani, la cui posizione e' stata mostrata al pc utilizzando Cartes du Ciel. Insomma una bella serata, soprattutto se consideriamo che abbiamo fatto "affacciare" all'astronomia molti bambini,i probabili astrofili del domani; e come ha detto il presidente della Pro Loco: " è bello un giorno sapere che uno di loro si sia appassionato all'astronomia grazie proprio a questa splendida serata"

Un ringraziamento particolare a Emilia che ha egregiamente collaborato alla organizzazione della serata, a Giacomo Gargiulo e a tutti i soci presenti che un anno fa parteciparono al corso di Astronomia di Piano di Sorrento e che continuano a seguirci.

Un plauso speciale va a Antonio Catapano che, come sempre ha messo adisposizione tutto la sua strumentazione e tutto il suo sapere ottimamente divulgato. Voglio concludere questo report con un aneddoto che ci ha fatto un po’ ridere ad inizio serata e che voglio condividere: di fronte alle nostre postazioni c'era una casetta con una finestra illuminata. Mentre puntavamo abbiamo notato una sagoma di una donna che sbucava dalla tendina. La donna ci osservava nientedimeno che con un binocolo!! Pensava che osservassimo lei??

Insomma e' stato un momento che ci ha fatto un po’ sorridere! Ma la cosa più bella è stata vivere un emozione sapendo che in quel momento tutto il mondo stava vivendo la stessa tua esperienza!

Al prossimo anno con un secondo Moon Watch Party

Nello Ruocco - Astrocampania : sez Stabia - Penisola


Antonio Catapano



PERINALDO(IM)

Osservatorio Astronomico"G.D.Cassini"

http://www.astroperinaldo.it

Sabato 18 settembre ’10 Tutto sommato è andata meno peggio di quanto si temeva viste le cattive condizioni del tempo per tutto il pomeriggio.

Noi da Perinaldo (Im), dove ha sede l’ osservatorio comunale “G.D.Cassini” e dove durante tutto l’anno svolgiamo la nostra attività, ci siamo trasferiti a Dolceacqua, borgo a pochi chilometri di distanza, all’interno del suggestivo castello dei Doria; la scelta per rispondere anche ad una richiesta che da tempo ci era stata fatta. Ovviamente ci siamo portati un bel po’ di strumenti e tutti caricati in spalla perché in quel suggestivo posto si va solo a piedi !!!

In una sala abbiamo proiettato un DVD sulla Luna, da noi appositamente preparato con commento sonoro, che ha intrattenuto i presenti, non moltissimi all’inizio, date appunto le condizioni meteo; quindi, mentre ancora la Luna si nascondeva tra le abbondanti nuvole, abbiamo illustrato e spiegato le tante immagini di Luna scelte, proiettandole su grande schermo; intanto il cielo un po’ si apriva e tanta altra gente arrivava; impossibile stabilire un contatto via Skype con Roma, data la mancanza di linea sul posto; lo stesso dicasi con una ripresa in diretta attraverso il nostro sito web…..tanti problemi tecnici e questo è stato un po’ lo scotto dovuto al nostro trasferimento fuori sede (bella idea…ma ci ha complicato tante cose !!).

Ebbene verso le ore 23 il cielo ha cominciato a liberarsi più decisamente e Luna, Giove, Urano, il triangolo estivo, Andromeda presenti!

Tutti felici e contenti, quelli che fiduciosi avevano deciso di restare con noi. Che peccato non abbiamo fatto foto, presi dai tanti problemi contingenti.

Grazie INAF e grazie UAI !

Un caro saluto a tutti. Marina, Marco e Nicolò e tutti noi.



ALBENGA (SV)

http://www.astrogavi.it

Il 18 settembre il nostro gruppo è riuscito a portare a termine la serata con un ottimo pubblico. Il cielo non era dei migliori, ma fortunatamente la Luna ha fatto capolino da dietro le nuvole per quasi tutta la durata della manifestazione ed in alcuni frangenti anche il grande Giove ha mostrato sé e le sue lune al pubblico che in quei pochi istanti di visibilità si trovava a passare nei pressi dei telescopi.

All'interno di un locale datoci in uso dal comune di Albenga, dove abbiamo allestito una mostra fotografica ed una conferenza sulla Luna, che doveva fungere da alternativa alla serata osservativa, siamo riusciti a creare un valido diversivo.

Tutto ciò, la conferenza da una parte ed i telescopi dall'altra, ha permesso al pubblico di interagire con il nostro gruppo in maniera assai positiva, poiché si potevano spostare da un sito all'altro, vista la vicinanza, creando una bella atmosfera.

Da una parte noi abbiamo avuto costanza di pubblico, sia dai telescopi, che dalla conferenza e dall'altra il pubblico poteva conoscere la Luna e subito dopo vederla o viceversa. Inoltre, per un caso puramente fortuito, siamo riusciti a montare un piccolo rifrattore all'interno del locale ed osservare, aprendo una finestra, anche da lì la Luna.

Grazie a tutto questo è stata favorevolmente colpita l'amministrazione del Comune che ci ha ospitato, la quale non solo ha partecipato come pubblico all'evento, ma ci ha chiesto altri interventi in futuro.

Quindi ben vengano iniziative come il Moon Watch Party, che permettono l'avvicinamento delle persone all'astronomia, ma soprattutto al cielo, da sempre sopra le nostre teste, ma ormai sempre più sconosciuto.

Andrea Curto (presidente Gruppo Astrofili Volontari Ingauni)

IMMAGINI DELLA SERATA






IMOLA

Devo purtroppo riportare che la serata imolese è stata funestata da un violentissimo temporale.

Eravamo presenti nella piazza centrale, che avrebbe dovuto ospitare anche una manifestazione chiamata “La città dell’artigiano”, dalla quale tutti gli espositori erano fuggiti già nel tardo pomeriggio.

Stoicamente, abbiamo ugualmente montato il nostro Celestron14, chiaramente al riparo di un tendone, sperando in un miglioramento – che non c’è mai stato.

Un vero peccato, specie pensando alle splendide condizioni meteo che hanno caratterizzato il giorno successivo…

Allego anche una foto, a testimonianza della nostra ostinazione.

Simona Righini (Associazione Astrofili Imolesi)

Da sinistra: Stefano Andalò, Luca Pasquali, Krishna Tozzoli, Adelmo Eliogabili, Simona Righini.
Strumenti personali